Molti usciranno dall’Euro?

La dinamica del debito pubblico greco è la conferma di quanto deleteria sia stata la cura imposta dalla Troika.
Qualsiasi persona, armata di buona volontà e obiettività, non avrebbe esitato già due anni fa a dichiarare lo stato greco insolvente, avviando pertanto un programma di ristrutturazione del debito, che coinvolgesse tutti coloro che si erano accollati un rischio implicito elevato, ben remunerato dai rendimenti di mercato. A quel punto i greci, avrebbero, avviato un programma fiscale sostenibile, con l’obbligo di rispettarlo, onde evitare l’espulsione dall’Euro.

Purtroppo così non è stato, visto che i grandi poteri bancari, a partire dalla Germania e la Francia, dovevano salvare le “chiappe”.

Pertanto, nonostante una ristrutturazione parziale e pilotata, la Grecia vede il proprio debito pubblico proiettarsi per il 2013 al 190%, smentendo i calcoli formulati dalla Troika.

Vista la metodologia della Merkel e del Fmi, non credo……………continua a leggere

Scritto in: Borsadocchiaperti

Lascia un Commento


*

Commento all'articolo
Copyright © 1999-2014 Gruppo HTML - P.IVA 05985341006
Home | Pubblica il tuo blog | Elenco blog affiliati | Disclaimer | rss RSS Feed