PROSSIMI ALLA DISCESA

Secondo le attese degli operatori, la FED ha deciso di non invertire il ciclo di politica monetaria, mostrando anche una novità di approccio.

Infatti ai due principali criteri finora utilizzati per orientare gli interventi di politica monetaria,  il tasso di disoccupazione (basso, presupposto per un rialzo dei tassi di interesse) e il tasso di inflazione (basso, presupposto per tenerli fermi) Yellen ne ha aggiunto un altro, il focus sull’economia mondiale;

così, visto il raffreddamento del ciclo economico in Cina, è prevalso il rinvio all’intervento restrittivo.

Questa è una chiave di lettura facile;

un’altra potrebbe essere che Yellen non si vuole assumere la responsabilità di un calo del mercato azionario (e con esso del patrimonio dei fondi pensione americani) conseguente ad un rialzo dei tassi peraltro nell’anno precedente le presidenziali, anche se storicamente il primo aumento non sempre muove la borsa USA in negativo, anzi.

Alla fine comunque il “wait and see” della FED ha irritato i mercati azionari.

continua su: http://chartpatternstrader.blogspot.it/

 

Scritto in: grafici borsa Italia, grafici borsa USA, Tecnica

Lascia un Commento


*

Commento all'articolo
Copyright © 1999-2014 Gruppo HTML - P.IVA 05985341006
Home | Pubblica il tuo blog | Elenco blog affiliati | Disclaimer | rss RSS Feed