Iron Condor sul Bund

 Operazione in opzioni con quasi il 70% di probabilità di successo ed una resa di circa il 50% in venti giorni. 

Sopra vediamo il grafico del Bund (l’ultima barra di venerdì è errata, il range non è così ampio), con affiancata la fascia di guadagno della strategia qui proposta, che come si vede copre il range degli ultimi quattro mesi del Bund, e mancando solo 14 sedute alla scadenza è plausibile ipotizzare che possa andare a chiudere a fine mese all’interno di questo ampio range.

La struttura in studio è l’IRON CONDOR, che abbiamo avuto modo di vedere in azione anche in passato (e con buoni risultati). Questo tipo di struttura si compone in pratica di due credit spread, uno sulle Call e uno sulle Put. Nel nostro esempio si vende una Put out of the money strike 133 e si compra una Put ancora più otm strike 132. Come sempre per evitare problemi di margini è consigliabile prima acquistare l’opzione con strike più lontano e successivamente vendere l’opzione con strike più vicino al prezzo del sottostante.

Si completa l’operazione con la vendita della Call 139 e l’acquisto della Call 140. In questo modo si forma questo tipo di schema di guadagni…continua a pag. 2 cliccare sul link sotto…

Questa struttura può essere fatta lunedì e da un credito, cioè un guadagno immediato, intorno ai 350 € che verrà portato a scadenza con successo se il Bund resterà nella fascia di prezzi indicata nel grafico. Zone ovviamente non casuali ma poste sui livelli di supporto e resistenza importanti, dati dai massimi assoluti sopra 139 punti e sul forte supporto sotto i 133 punti. Livelli che resistono inviolati da quattro mesi e rappresentano un’ottima zona dove posizionare una struttura del genere (anche in base all’Open Interest).

La strategia di uscita è unica e da attuare solo se i prezzi andranno sopra o sotto i livelli appena detti. Fissiamo uno stop intorno ai 200 € che consente di uscire con il Bund a 139,5 al rialzo o 132,5 al ribasso, margine di sette figure decisamente ampio, che infatti fa avere una valutazione di probabilità di successo dell’operazione da parte del software di quasi il 70%.

Questo tipo di strategie è ottimo anche se bisogna ricordarsi di alcune regole base, prediligire indici o strumenti dalla volatilità non troppo marcata, quindi più indici che titoli azionari. Farle in situazioni tecniche laterali e mai in forti trend direzionali. Infine non “sperare” di avere ragione sul range di chiusura, ma una volta identificati dei buoni livelli di supporto e resistenza dove costruire l’operazione, nel caso siano violati avere una strategia di uscita in modo da ridurre al minimo il rischio. Tutte caratteristiche che ha questa strategia sul Bund.

Inoltre da non dimenticare che impiega circa 700 € di margini (il massimo loss possibile dell’operazione), a fronte di circa 350 € di guadagno ovunque chiuda il Bund tra 133 e 139 punti, che è il 50 % di guadagno in 20 giorni!

http://smalltrading.net/

Scritto in: Analisi Tecnica Tags: 

Lascia un Commento


*

Commento all'articolo
Copyright © 1999-2014 Gruppo HTML - P.IVA 05985341006
Home | Pubblica il tuo blog | Elenco blog affiliati | Disclaimer | rss RSS Feed