Antipodi

Sopra vediamo il grafico daily del Nasdaq al close di ieri. Finalmente si affaccia una barra blu (rialzista) dopo una lunghissima serie di barre neutrali nere. Pattern rialzista per Advanced Get che si somma a quello già in atto sullo SP500 e alla posizione long che il software ha già sul Dow Jones. Segnali confermati anche dal sistema di Metastock. Quindi siamo dentro ad un onda tre rialzista anche se nell’ambito di una fase più incerta se analizzata sul settimanale. Sopra i recenti massimi, e magari dopo un leggero storno di consolidamento, il segnale long è abbastanza chiaro sul mercato americano.

Vediamo invece la situazione del MIB, decisamente agli antipodi rispetto a Wall Street:

 

Anche a causa del corposo aumento di capitale di Unicredit, che ha scatenato una folle corse alle vendite su titolo e diritti, il nostro indice è precipitato sui supporti, andando a fare un minimo a sei settimane proprio sotto la Mob, dando un segnale short sotto i 14350, confermato anche dall’andamento sul grafico settimanale. Situazione decisamente anomala vista la situazione degli indici Usa!

Stamani i mercati sono in positivo e per adesso il minimo regge ed il Mib apre sopra i 14500 punti, ma la situazione è estremamente delicata. La volatilità è scesa tantissimo e adesso siamo sulla zona di supporto dei 20 punti per l’indice VIX, dopo i picchi degli ultimi mesi sopra i 45 punti. Gli scenari possibili sono due: il mercato americano è salito più in alto…per fare un tonfo maggiore, con conseguente ripresa del rialzo sul VIX, oppure le acque si placano anche in Europa ed entriamo in un ulteriore fase di lento rialzo (o fase laterale) con la volatilità che torna ad appiattirsi sui minimi a 15 punti.

Sui titoli Usa che seguiamo da vicino, si registra il nuovo massimo storico di Apple a sfiorare i 428 $, per poi chiudere sui minimi sotto 422 $. Più difficile la situazione di Google, che dopo un rialzo che sembrava senza fine, dai massimi a 670 $ è crollato di 50 $ in tre sedute fino ai minimi di 621 $ di ieri!

Seguiamo quindi con interesse lo svilupparsi di questo intrigante rebus.

Scritto in: Analisi Tecnica Tags: ,

Lascia un Commento


*

Commento all'articolo
Copyright © 1999-2014 Gruppo HTML - P.IVA 05985341006
Home | Pubblica il tuo blog | Elenco blog affiliati | Disclaimer | rss RSS Feed